Dosaggio pronto per risultati migliori.

HYDRANOL®

HYDRANOL® è una polvere di facile utilizzo per la produzione di massetti cementizi a basso ritiro, poco elastici, umidi o che hanno la rigidità della plastica, maturità di posa entro 28 giorni. Grazie alle buste monoporzione immediatamente utilizzabili, HYDRANOL® garantisce il massimo livello di applicazione e affidabilità del risultato.

Massima qualità:

  • Buste immediatamente utilizzabili
  • Poco soggetto alle variazioni della temperatura e dell'umidità
  • Calpestabile dopo 24 ore 

Campi di applicazione:

  • Produzione di massetti cementizi qualitativamente fino al CT-C35-F5
  • Massetti galleggianti
  • Massetti aderenti
  • Massetti su strato separatore
  • Massetti radianti

Forma

Polvere

Temperatura di lavorazione umidità rel. dell'aria

Da +5 °C a max +25 °C

Imballo

Cartone (50 buste da 200 grammi)

Istruzioni di lavorazione per i professionisti del massetto

Per la produzione di massetti cementizi qualitativamente fino al CT-C35-F5 (quantità di cemento a F5 almeno 55 kg di impasto per massetto standard = 275 kg / m³) nelle tipologie costruttive flottanti, connesso e su strato di separazione secondo le norme DIN 18560 e DIN EN 13813. Può essere utilizzato anche su costruzioni con riscaldamento a pavimento.

  • Maturità di posa dopo 28 giorni per massetti di spessore fino a 60 mm, su riscaldamento a pavimento fino a 65 mm (nei massetti di spessore maggiore sono necessarie due bustine per impasto).
  • Estremamente facile da usare grazie alle buste monoporzione che possono essere utilizzate immediatamente. È sufficiente aggiungere la bustina all'impasto.
  • In questo modo sono esclusi dosaggi diversi ed errati.
  • Funzionamento ampiamente indipendente da temperatura e umidità (temperatura non inferiore a +5 °C e non superiore a +28 °C).
  • Ottime proprietà di lavorazione, incluso ridotto ritiro.
  • Resistente all'umidità, quindi utilizzabile anche in ambienti permanentemente umidi.
  • Calpestabile dopo 24 ore (a temperatura ambiente > +15 °C).
  • Dopo sette giorni è calpestabile in situazioni di normale traffico di cantiere e in base alla categoria di resistenza (a temperatura ambiente > +15 °C).
  • Miglioramento della conducibilità termica
  • Aumento della qualità del massetto
  • Massetto a struttura compatta

Durante la lavorazione di HYDRANOL®, è necessario osservare le normative DIN 18560, DIN 13318 e DIN 13813.

Per gli aggregati e per la produzione di massetti in calcestruzzo, dev'essere utilizzata solo la curva granulometrica A/B 0-8 mm secondo il DIN 1045-2. Cemento: vedere l'elenco di approvazione PCT. È necessario utilizzare solo cementi adatti!

Iniziare ad arieggiare il 5° giorno dopo aver completato la posa del massetto. Aprire tutte le finestre e le porte per circa 20-30 minuti 2 o 3 volte al giorno. Evitare le correnti d'aria. Questo ricambio d'aria deve essere effettuato in quanto è particolarmente importante per l'asciugatura e per il raggiungimento della maturità di posa. Lo stesso vale anche, in particolare, per la fase di riscaldamento nelle costruzioni con massetto radiante.

Durante l'indurimento è necessario proteggere i massetti dalle correnti d'aria e dalla luce solare diretta. Le superfici appena prodotte devono essere protette dall'asciugatura troppo rapida. In caso di posa del massetto all'esterno, è necessario adottare adeguate misure di protezione dai raggi solari diretti, dall'asciugatura troppo rapida e dalla pioggia (proteggere dalla pioggia per almeno tre giorni dalla posa del massetto). Nei mesi estivi, quando le temperature sono elevate, è preferibile limitare i tempi di posa nelle ore più fresche del mattino.

Dosaggi:

  • HYDRANOL®: 1 bustina / miscela (per massetti di spessore superiore a 60 mm o per massetti riscaldanti superiori a 65 mm utilizzare 2 sacchetti)
  • Cemento CEM I o CEM II approvato da PCT: 50 kg (o più, a seconda della qualità richiesta) = 250 kg / m³
  • Ghiaia, 0-8 mm (curva granulometrica A/B 0-8) secondo la normativa DIN 1045-2: 310 kg = 1.850 kg / m³
  • Valore dell'agente legante dell'acqua: 0,45-0,70
  • Temperatura di lavorazione: da +5 ° C a +25 ° C
  • Requisiti (test di qualità) in rapporto al contenuto di cemento fino alla resistenza alla flessione dopo 28 gg: 5 N/mm²
  • Resistenza alla compressione: 30 N/mm²

Preparazione (da seguire rigorosamente):

  • Come di prassi, riempire l'impastatrice a metà
  • Aggiungere la rispettiva quantità di cemento, ma almeno ogni 50 kg = 250kg / m³
  • Aggiungere la/e bustina/e di HYDRANOL®
  • Aggiungere l'acqua come di consueto
  • Tempo di impasto, almeno 1 minuto

Per l'installazione / la posa del massetto, oltre alle indicazioni del produttore PCT Performance Chemicals GmbH, si applicano le specifiche delle direttive DIN 18560, DIN EN 13813 e le informazioni e le istruzioni delle relative schede tecniche. Per i massetti radianti, si applica anche la norma EN 1264-4, nonché le informazioni tecniche "Coordinamento dell'interfaccia per le costruzioni di pavimenti radianti", Associazione centrale per i sanitari, il riscaldamento, il condizionamento dell'aria, St. Augustin e le schede informative pubblicate dalla ZDB riguardanti le costruzioni di pavimenti radianti.

  • Inizio: 15° giorno dal completamento dell'installazione del massetto. Temperatura di mandata: +25 °C
  • Dal 16° giorno: temperatura di mandata: +35 °C
  • Dal 17° giorno: temperatura di mandata: +45 °C
  • Dal 18° al 24 ° giorno compreso (minimo 7 giorni): Temperatura di mandata: +55 °C
  • Il 25° giorno: temperatura di mandata: +45 °C
  • Il 26° giorno: temperatura di mandata: +35 °C
  • Il 27° giorno: temperatura di mandata

La misurazione CM si effettua il 28° giorno dalla posa del massetto e a conclusione del ciclo di riscaldamento.

Se necessario ripetere il ciclo di riscaldamento. Se non è possibile una temperatura massima di mandata di +55 ° C, la temperatura massima di mandata relativa all'impianto di riscaldamento deve essere impostata dal 18 ° giorno dal completamento della posa del massetto e mantenuta fino al 24 ° giorno. Durante la posa dei rivestimenti per pavimenti deve essere rispettata la temperatura di superficie massima consentita raccomandata dal produttore del materiale di posa e per il tipo di rivestimento da pavimenti.

La misurazione deve essere eseguita secondo le istruzioni di misurazione fornite da PCT, al 28° giorno dal completamento della posa del massetto.

1. Prelevare il campione lungo tutta la sezione trasversale del massetto oggetto di misurazione. Rimuovere dal campione i 2 mm in superficie in modo che non venga misurata l'umidità superficiale.

2. Versare il campione pesato con precisione e frantumato (50 g) assieme alle sfere d'acciaio nel contenitore a pressione. Quindi tenere il contenitore a pressione inclinato e farvi scivolare delicatamente una fiala di carburo di calcio.

3. Chiudere il contenitore a pressione con il coperchio e agitare vigorosamente la fiala per frantumare l'ampolla. Si prega di notare l'ora di inizio della misurazione.

4. Quindi eseguire movimenti circolari e orizzontali con il contenitore a pressione per 2 minuti al fine di frantumare ulteriormente il materiale campione e mescolarlo con il carburo di calcio. Ripetere questo processo dopo 5 minuti per 1 minuto (movimenti circolari). Il valore viene letto dopo 10 minuti. Evitare di urtare le sfere d'acciaio verticalmente contro la testa di misurazione sotto il manometro. Potrebbe danneggiarlo e rendere i valori misurati inutilizzabili.

5. Dal 28° giorno fino al 56° giorno, il massetto deve avere un'umidità residua del 2,5%. Dal 57° giorno secondo la normativa DIN 18560 parte 1 / 5,5, il 1,8% per superfici radianti e 2,0% per superfici non radianti.

IMPORTANTE: eseguire tutti i lavori con i guanti!