Resistenza e rapidità estreme.

RETANOL® XTREME PRO

RETANOL® XTREME PRO: perfetto per resistenze iniziali e finali estremamente alte. RETANOL® XTREME PRO offre un'ottima lavorazione. Volete andare sul sicuro? Possiamo garantirvi, per iscritto, la maturità di posa accordata nella calsse di resistenza necessaria. 

Massima qualità:

  • Maturità di posa per ogni rivestimento dopo 3 giorni
  • Tempi di lavorazione lunghi
  • Raggiunge ca. l'80-90% della resistenza finale entro 3-4 giorni
  • Adatto in ambienti soggetti ad umidità persistente

Campi di applicazione:

  • Per ambienti interni ed esterni
  • Può essere lasciato anche senza rivestimento
  • Per resistenze particolarmente alte in campo industriale
  • Per massetti aderenti
  • Per massetti su strato di separazione o isolante
  • Per massetti radianti ad alte prestazioni energetiche
  • Per ambienti soggetti ad umidità permanente
  • Per massetti a basso spessore: massetto aderente da 30 mm, massetto galleggiante da 35 mm, massetto radiante da 30 mm sulla copertura dei tubi

Forma

Liquida

Temperatura di lavorazione umidità rel. dell'aria

da +5°C a max +28°C

Imballo

Tanica da 20 litri

Istruzioni di lavorazione per i professionisti del massetto

Per realizzare massetti a ritiro controllato e tensione ridotta su strato isolante o di separazione o come massetto radiante. RETANOL® XTREME PRO offre specifiche tecniche di lavorazione eccellenti. Su richiesta con garanzia* per il raggiungimento della maturità di posa e della resistenza accordata.

  • Agisce quasi indipendentemente dalla temperatura e dall'umidità dell'aria.
  • Maturità di posa dopo 48 ore* per piastrelle con 75 kg di cemento = 375 kg/m³ di classe 42,5 R; dopo 72 ore* per tutti gli altri tipi di rivestimenti.
  • Eccellenti specifiche tecniche di lavorazione per quantità di cemento sino a 100 kg grazie a una resistenza al ritiro nettamente ridotta.
  • Tempi di lavorazione lunghi nonostante tempi di indurimento ristretti.
  • Non soggetto all'umidità; adatto quindi per locali soggetti a umidità permanente.
  • Raggiunge ca. l'80-90% della resistenza finale entro 3-4 giorni, ca. 40 N/mm² dopo 48 ore con 75 kg di cemento = 375 kg/m³ nella classe 42,5 R, curva granulometrica A/B, 0-8 mm, secondo normativa DIN 1045-2.
  • Resistenze minime raggiungibili da  CT-C40-F6 a CT-C60-F8 in base agli inerti e la quantità di cemento.
  • Copertura dei tubi in massetti radianti 30 mm sino a una densità di carico di 3 kN/m²
  • Massetto aderente da 25 mm di spessore
  • Massetto galleggiante da 35 mm di spessore

* Questi valori si riferiscono a spessori di 50 mm per i massetti tradizionali e massimo 65 mm per i massetti radianti. Per spessori superiori è possibile aumentare il dosaggio a 450-500 ml di impasto standard = 2.250 m³ - 2.500 ml/m³. ATTENZIONE: non superare mai il dosaggio 500 ml = 2.500 ml/m³!

Minimo 62,5 kg di cemento; dosaggio: 400 ml RETANOL® XTREME PRO per impasto in pompa per massetti standard (impastatrice 250 l lordi) = 2.000 ml/m³.

Avvertenza importante: una quantità di cemento inferiore a 62,5 kg = 321,5 kg/m³ e/o un dosaggio inferiore a 400 ml = 2.000 ml/m³ non sortiscono alcun aumento della resistenza rispetto a massetti senza RETANOL® XTREME PRO.

Riempire l'impastatrice come sempre fino quasi a metà con sabbia e tutta la quantità di cemento, aggiungere RETANOL® XTREME PRO alla prima acqua d'impasto (generalmente 5-10 l) e riempire quindi l'impastatrice completamente. Aggiungere via via la restante quantità d'acqua necessaria al raggiungimento di una consistenza solido-plastica. Mescolare per due minuti permette la necessaria dissoluzione di tutti i componenti e, di conseguenza, attiva le proprietà di RETANOL® XTREME PRO; si raccomanda di rispettare questo passaggio! RETANOL® XTREME PRO non va mai mescolato ad altri additivi per impasti e massetti.

Nella preparazione dell'impasto fare sempre attenzione alla scelta dei cementi adatti, alla quantità di cemento e agli inserti secondo normativa DIN 1045-2, curva granulometrica A/B, 0-8 mm.

Per la realizzazione dei massetti RETANOL® vanno rispettate le linee guida generali, le schede tecniche della PCT e le prescrizioni normative per i massetti tradizionali in sabbia cemento. Tenere sempre in considerazione la maturazione accelerata di RETANOL® XTREME PRO!

  • Temperatura d'applicazione: da +5°C a max +28°C (temperatura ambientale e del sottofondo).
  • Mettere in posa RETANOL® XTREME PRO entro 45 min dalla preparazione dell'impasto. Il tempo di lavorazione diminuisce in presenza di temperature elevate, aumenta con temperature basse. In linea generale: i massetti RETANOL® XTREME PRO vanno staggiati e lisciati/grattati entro massimo 60 min.
  • Non riattivare mai con l'acqua un massetto già in presa (questo vale soprattutto per la levigatura a macchina e manuale) né mescolarlo con RETANOL® XTREME PRO fresco.
  • Agitare energicamente RETANOL® XTREME PRO prima di ogni utilizzo.
  • Agitare regolarmente la tanica (ogni 30 minuti circa) durante tutta la fase di lavorazione per evitare che i componenti si depositino compromettendo l'efficacia del prodotto e il suo corretto funzionamento.
  • Evitare correnti d'aria, la luce solare diretta e l'esposizione eccessiva al calore (periodo di riscaldamento durante la stagione fredda) durante tutta la fase di lavorazione.
  • Potrebbe essere necessario oscurare le vetrate e le aree in vetro a livello del pavimento.

Avvertenza importante:
Quantità di cemento inferiori a 62,5 kg = 321,5 kg/m³ e/o dosaggi inferiori a 400 ml = 2.000 ml/m³ non comportano alcun aumento della resistenza rispetto ai massetti senza RETANOL® XTREME PRO.

CEM I 32,5 R o 42,5 R.
In alternativa CEM II 32,5 R A-LL, 42,5 R A-LL e 42,5 N A-LL.

Un ambiente troppo umido non favorisce di certo l'asciugatura del massetto. Per questo motivo, due giorni dopo la posa è indispensabile arieggiare a dovere i locali. A tal fine è necessario aprire almeno due o tre volte al giorno tutte le porte e le finestre per 15-20 minuti. Il conseguente ricambio d'aria favorisce in modo significativo l'asciugatura del massetto. Se gli ambienti non vengono arieggiati per nulla o a sufficienza, la maturità di posa subirà inevitabilmente un notevole ritardo.

La messa in opera del prodotto va eseguita secondo le direttive di applicazione e lavorazione della PCT o sotto supervisione diretta in cantiere. In tal caso è necessaria una delega specifica.